OsteopatiaAlbo-cuscino-materasso-ideale

Esiste il materasso ideale?

Duro o morbido?

Alto o basso?

In lattice o Memory Foam?

Ortopedico o anatomico?

Tante varianti per materassi e cuscini che riguardano forma, materiali e dimensioni.
Oggi l’offerta prevede un’ampia scelta che in teoria dovrebbe essere sufficiente ad accontentare le esigenze di tutti i clienti. Chi ti promette di farti dormire meglio, più profondamente, chi invece ti assicura che ti alzerai più riposato, senza dolori, con le gambe più sgonfie.

Purtroppo però la qualità del sonno dipende principalmente dalla capacità del nostro corpo di adattarsi alla posizione assunta durante la notte, sul materasso e sul cuscino, e non il contrario.
Più il nostro corpo sarà mobile, più facilmente ci adatteremo alle varie possibilità offerte dal mercato. Al contrario, più saremo rigidi, meno possibilità avrà il nostro corpo di trovare una posizione comoda.
Non di rado ci raccontano di acquirenti che si lamentano di aver constatato che dormivano meglio nel vecchio materasso, rispetto a quello nuovo e molto più costoso, ultima frontiera della tecnologia.

Se siete in fase di cambiamento del materasso o dei cuscini, il consiglio migliore è quello di provarli sempre dal rivenditore. Occorre sdraiarsi e provarlo nelle varie posizioni. Dovete cercare di percepire l’immediata sensazione di completo relax che vi fa dire: Si, è quello giusto!

Occorre dare un’indicazione particolare per quanto riguarda i cuscini, e nello specifico l’altezza ideale.

La regola generale prevede la scelta di un cuscino che mantenga la testa in linea con le spalle, nella posizione neutra.
Quindi per chi dorme sul fianco, l’altezza del cuscino dovrebbe colmare lo spazio tra testa e materasso, considerando che un cuscino eccessivamente alto o eccessivamente basso obbligherà la cervicale ad assumere una posizione in flessione laterale da uno dei due lati.
Se si dorme proni sarebbe meglio scegliere un cuscino molto basso o addirittura scegliere di non usare nessun cuscino. Ciò eviterà il mantenimento della posizione in estensione e rotazione della cervicale per tutta la notte.
Infine per chi dorme supino è meglio scegliere un cuscino di media altezza, anche se non tutti potrebbero gradirlo. I soggetti fortemente artrosici hanno già un atteggiamento di anteposizione forzata della testa, e quindi hanno bisogno di dormire un po’ più sollevati perché impossibilitati a posizionare la testa in asse sulle spalle.

Chi cambia continuamente posizione durante la notte, avrà bisogno un cuscino versatile: magari basso, in piume, di grandi dimensioni, che si possa piegare o accartocciare per aumentarne lo spessore.

Come terapisti non possiamo accompagnarvi nella scelta del materasso, ma possiamo migliorare la mobilità del vostro corpo per consentire un più facile adattamento alle varie posizioni del sonno.

Tags:
Categorie: