Osteopatia Albo Reflusso Gastro-Esofageo

Reflusso Gastro-Esofageo.. problema emozionale!

Il Reflusso Gastro-Esofageo è una fastidiosa patologia che affligge diversi pazienti.

Tra i sintomi più comuni:

  •  Bruciore epigastico
  •  Sensazione di risalita di contenuto gastrico lungo l’esofago, sia in forma liquida che gassosa (con possibile conseguente esofagite)
  •  Dolore retro sternale, a volte talmente acuto da simulare un’angina pectoris
  • I sintomi sembrano peggiorare se s’ingeriscono alcuni cibi irritanti (caffè, cioccolata, pomodori, bibite gassate, insaccati, alcolici, ecc) o assumendo la posizione da sdraiati

Oltre la sensazione di bruciore alla gola (effetto della risalita del contenuto gastrico altamente acido), le conseguenze più gravi sono l’esofagite da reflusso e la bronchite causata dal passaggio nell’albero bronchiale di gas acidi inspirati, che irritano la mucosa respiratoria.

La medicina ufficiale attribuisce la causa del RGE ad un difetto di chiusura del Cardias (lo sfintere anatomico tra esofago e stomaco che dovrebbe impedire il passaggio verso l’alto), o ancora peggio ad un’ernia iatale (risalita dello stomaco nella cavità toracica).

Ma cosa può causare il malfunzionamento del Cardias? E come poter rimediare?

In una visione più olistica, attribuiamo la causa del reflusso ad un blocco diaframmatico in inspirazione.

Il Diaframma è un muscolo inspiratore formato da due emicupole che separano la cavità toracica da quella addominale. L’esofago attraversa il diaframma tra le sue fibre muscolari.
Proprio tali fibre muscolari diaframmatiche contribuiscono maggiormente al contenimento gastrico rispetto al Cardias.

Spesso si ignora che il Diaframma, oltre a svolgere il suo ruolo di muscolo inspiratore, è anche il muscolo emozionale per eccellenza! Ansie, paure e stress bloccano il diaframma in basso, causando uno stiramento delle fibre che dovrebbero contribuire alla chiusura del Cardias.

Inoltre, un abbassamento delle cupole diaframmatiche determina la compressione, e un conseguente aumento di pressione dei visceri addominali (rischio di ernia iatale), turbando la peristalsi e quindi tutto il processo digestivo.

Tra i trattamenti manuali osteopatici e posturali Mézières esistono delle tecniche molto efficaci (digitopressioni, vibrazioni, stretching ed esercizi respiratori in postura) spesso risolutive già dalla prima seduta.

Trattare il Diaframma non avrà come unico effetto la risoluzione del RGE, poiché è un muscolo implicato in molteplici patologie… ma questo è un altro articolo!

Categorie: